Gli usi principali delle spezie in cucina

 spezie-in-cucina

Il ruolo delle spezie in cucina non è solo semplicemente quello di dare più sapore, ma anche di conservarlo ed esaltarlo nel modo giusto, soprattutto quando si tratta di ingredienti specifici. I principali segreti e aneddoti relativi alla storia delle spezie si possono trovare su internet, ma quali sono invece i segreti più strettamente collegati all’ambito alimentare? Ecco una serie di consigli-raccomandazioni che potranno tornare utili.

Combinazioni di sapori

Quando si acquista una spezia non lo si fa certo in maniera casuale. Il primo pensiero che deve venire in mente è la possibile combinazione del suo gusto con quello degli altri ingredienti. È ovvio e scontato che le spezie dolci siano quelle più indicate per torte, ciambelloni e quant’altro (noce moscata e cannella su tutte), ma anche quelle meno dolci si possono sposare bene, soprattutto nel caso di stufati e arrosti di carne.

Come cambia il sapore

Il sapore delle spezie non è destinato a rimanere sempre lo stesso. Un caso molto interessante è quello dell’aglio, il quale diventa molto più dolce e leggero dopo essere stato arrostito a fiamma bassa: in poche parole, tutto il contrario del sapore tipicamente piccante che ha quando viene tritato a crudo. Molte spezie, inoltre, devono essere macinate per l’utilizzo vero e proprio, mentre altre tendono ad assumere un sapore acuto e deciso subito dopo essere state grattugiate. Ve ne sono altre ancora che invece sono perfette quando rimangono secche: gli esempi principali sono quelli della vaniglia, dei chiodi di garofano e della paprika. Conoscere tutti questi dettagli può aiutare a migliorare le ricette e ad abbinare correttamente gli ingredienti.

L’importanza della tostatura

La tostatura delle spezie è una procedura molto importante ma di cui non si sente parlare molto spesso. Il nome alternativo con cui è conosciuta è quello di “frittura a secco”: in estrema sintesi, occorre mettere sul fuoco una padella e aggiungere le spezie che ci servono per la ricetta, per poi mescolare fino a ottenere un risultato profumato e fragrante. Nel caso si tratti di un piatto di pasta, le spezie devono essere cucinate insieme all’olio o al burro, mentre questa frittura a secco è maggiormente consigliata per le spezie secche. Più che capire visivamente se le spezie sono tostate, ci si deve affidare al profumo e al suo picco di intensità, sarà quello il momento ideale per spegnere la fiamma.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *