Dolci per celiaci

dolci-per-celiaciVi hanno diagnosticato il disturbo alimentare da celiachia, oppure lo hanno trovato in un vostro caro? Temete di non poter più godere dell’alimentazione e in particolare dei dolci?

Niente di più sbagliato. Soffrire di celiachia, fortunatamente, non significa più dover condurre una vita di privazioni gastronomiche.

Cos’è la celiachia?

La parola celiachia deriva dal greco e significa addome. È una malattia del primo tratto dell’intestino, è autoimmune, di origine genetica e si presenta a qualsiasi età.

La celiachia si manifesta generalmente con sintomi fastidiosi, quali diarrea cronica, dolori addominali stanchezza cronica e, nei bambini, ritardo della crescita.
Tuttavia esistono anche casi di forme più subdole, dove la celiachia si presenta in forma asintomatica, ossia segna segnali fisici che la rendono palese, ma con conseguenze che nel lungo periodo possono essere anche molto pesanti.

Perché si può diventare celiaci?

La celiachia è una reazione fisica ad una proteina del glutine, una sostanza presente nel grano. L’incidenza della celiachia è in costante aumento, all’interno della popolazione occidentale e, secondo alcuni, questo sarebbe dovuto ad una eccessiva presenza di fonti di glutine negli alimenti.

Infatti, farine ed estratti dai grani non si trovano unicamente nei lavorati del grano stesso, ma anche in molti altri alimenti, sotto forma di additivi, generalmente con scopo addensante. Una prolungata e intensiva esposizione a queste fonti, potrebbe essere l’origine dell’incremento del disturbo, che si registra negli ultimi anni.

Ma quindi, niente grano, niente farina, niente dolci?

Assolutamente no! Avrete notato come nei supermercati sono sempre più presenti reparti destinati al gluten free, ossia ai prodotti privi di glutine. Bene, se non lo avete ancora fatto, date un’occhiata. Sempre si trovano surrogati dei derivati del grano capaci di soddisfare il nostro palato.

Peraltro, il fatto che prepariate pietanze gluten free, potrebbe giovare non solo a voi, o a chi in casa vostra è celiaco. Considerate che se fosse vera la teoria che vede nell’accumulo di fonti di glutine, la causa dell’incremento importante di casi di celiachia, una dieta che limita questo tipo di sostanza può beneficiare a tutti, celiaci e non!

Che dolci posso preparare?

Praticamente tutti, l’unico limite è la vostra fantasia. Con le farine senza glutine si può realizzare qualunque tipo di dolce. Ma non solo, sempre più si va diffondendo la sensibilità gluten free, quindi con un po’ di attenzione troverete anche guarnizioni, decorazioni e quant’altro possa aiutarvi a realizzare una magnifica torta.

Inizialmente mettete nel conto di dover prendere un pochino le misure con i prodotti che acquistate al supermercato. Spesso infatti, la resa delle farine in termini di consistenza, non è proprio la stessa della farina tradizionale, qualche volta può essere utile ritoccare le dosi delle ricette, per ottenere il risultato desiderato, ma anche per questo aspetto la rete è ricca di consigli utili e di ricette.

Considerate che di fondo rimane quanto detto sopra. Con le farine e i preparati senza glutine è possibile replicare qualsiasi tipo di dolce o torta avreste realizzato con la farina tradizionale.

L’unico accorgimento è quello di prestare solo una maggiore attenzione all’impasto, non affidandosi ciecamente a quanto scritto sulle ricette tradizionali. Ma anche in questo caso guardate al lato positivo: la cucina senza glutine vi chiama in realtà a diventare protagonisti attivi dei vostri preparati e non semplici esecutori di ricette scritte.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *