Come fare il gelato in casa

gelato-in-casa

Prepararsi il gelato da soli è un’ottima alternativa non solo per chi soffre di determinati problemi alimentari, come allergie o intolleranze, ma sopratutto per chi vuole risparmiare e gustare un prodotto genuino e, magari, meno calorico, preparato con le proprie mani. Ma come si può fare il gelato in casa? Che cosa serve?

La gelatiera

Il costo di una gelatiera non è molto alto: chi non ha pretese o esigenze particolari la può trovare anche a 30/50 euro, prezzo che sale per prodotti che offrono migliori prestazioni in termini di potenza, di grandezza o di accessori inclusi (come vaschette refrigeranti extra). Numerose sono le ricette che si possono utilizzare, a volte incluse nella confezione dell’elettrodomestico ma comunque reperibili in molti siti online specializzati, per andare a creare non solo gelati alla frutta o alle creme, ma anche frozen yogurt e sorbetti.

Il procedimento, inoltre, risulta essere molto semplice: a seconda del tipo di gelatiera acquistato, infatti, si dovrà, o meno, far raffreddare il cestello per poi inserire la miscela di ingredienti. La macchina avrà, così, il compito di mescolare e mantecare sino a risultato ottenuto.

Tipi di gelatiere

Sono essenzialmente due le tipologie di gelatiera in commercio, quelle autorefrigeranti e quelle ad accumulo. Sono proprio queste ultime a essere più popolari e maggiormente acquistate per un uso sporadico e casalingo non solo per il prezzo, nettamente inferiore al primo modello, ma anche per il consumo ridotto. Composte da due parti, un cestello e il corpo motore, necessitano una preparazione particolare: il cestello, infatti, va solitamente messo in freezer circa 24 ore prima della preparazione, per poi essere utilizzato come contenitore per gli ingredienti durante la fase di preparazione vera e propria che dura intorno ai 30 minuti. Per ovviare al problema di dover attendere circa un giorno tra la preparazione di un gusto e l’altro, si può optare per l’acquisto di una gelatiera autorefrigerante che, composta da un solo corpo, raffredda automaticamente il gelato mentre lo mescola. gli svantaggi, però, sono dovuti non solo al consumo elettrico (servirà più potenza per raffreddare senza utilizzare un cestello già congelato) ma anche al costo della macchina (sopra i 100 euro).

Senza gelatiera

Chi non vuole affrontare il costo di una gelatiera può, armandosi di un po’ di pazienza, provare anche un metodo alternativo per fare il gelato in casa: dopo aver mescolato i vari ingredienti a mano o utilizzando delle fruste elettriche, questi dovranno essere versati in una terrina precedentemente refrigerata e rimessi in freezer per qualche ora avendo, però, l’accortezza di mescolare nuovamente il tutto ogni 30/40 minuti, (per esempio sfruttando uno sbattitore elettrico economico) sin quando il gelato non sarà pronto. Chi, invece, ha un frullatore o un tritatutto molto potente può, addirittura, prelevare la miscela ghiacciata e farla diventare morbida utilizzando l’elettrodomestico a tutta velocità.

Photo Credit: Photl.com

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *