Bicerin

bicerin

È una bevanda tipica piemontese che, ormai da anni, è presente nei registri dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali italiani da parte del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali: si tratta, ovviamente, del bicerin, una squisitezza tutta da gustare nei tanti bar storici di Torino.

La storia

Ancor oggi non sappiamo quando è nato il bicerin, ma la bevanda è storicamente associata alla città di Torino, ai suoi lussuosi caffè dove si riunivano intellettuali e personaggi storici della zona, come Cavour, o anche solo di passaggio, come lo scrittore Alexandre Dumas. All’epoca venivano serviti non solo il bicerin completo, con “un po’ di tutto” come veniva detto allora, ma anche gli ingredienti separati, ad esempio solo cioccolata e caffè.

Oggigiorno il bicerin continua a essere una bevanda molto amata e servita in quasi tutti i bar di Torino: da provare sopratutto in inverno, per trovare un po’ di ristoro dal freddo della città, magari accompagnata da qualche tipico dolcetto, pasticceria secca o i biscotti piemontesi di meliga.

La ricetta

Qual è la ricetta del bicerin? Quella originale, degli storici bar, è ancora segreta: sappiamo gli ingredienti, ma non conosciamo le dosi. La vera versione della bevanda prevede l’utilizzo di tre elementi, anticamente potevano essere serviti separati ma che ormai troviamo ben uniti nel bicchiere (in cui, per tradizione, viene consumato). Si tratta di cioccolata calda, di caffè e di una crema di latte, schiumosa e dolcificata il cui compito è quello di avvolgere il gusto deciso degli altri tre ingredienti.

Il liquore

Capitolo a sé per il liquore al bicerin, anche detto semplicemente Bicerin, che viene venduto in Piemonte e a Torino ma che nulla ha a che fare con la storica bevanda: quest’ultima è, come abbiamo avuto modo di vedere, per nulla alcoolica, va consumata calda e ha il sapore di cioccolata e caffè. Il liquore, invece, per come è venduto oggi da Vincenzi, è una crema di gianduja (anche se un tempo la ricetta originale prevedeva, insieme al cacao e all’alcool, anche il caffè, più tardi sostituito dalle nocciole) con una gradazione alcolica pari a 15° e che, oltre al classico formato, è ormai venduto in alcune varianti. Dal bicerin bianco ai gianduiotti ripieni, può essere anche questa un’ottima bevanda per gli amati del cioccolato.

Photo Credit: Buridan – Flickr.com

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *